L’appello di Calabria Sona alla politica calabrese: un piano regionale per la musica

L’appello di Calabria Sona alla politica calabrese: un piano regionale per la musica

Un appello alle istituzioni e tutte le forze politiche regionali per avviare un percorso concreto e fattivo, partendo da alcune proposte chiare, mirato a sostenere il settore della musica quale presidio da salvaguardare nell’attuale stato di emergenza. Il circuito Calabria Sona, rappresentato dal CEO Giuseppe Marasco, in una lettera aperta – cofirmata da STAGE (Stati generali della musica emergente e indipendente italiana) e INDIES (produttori ed etichette indipendenti) – mette nero su bianco alcune idee per azioni urgenti volte ad affrontare la crisi causata dalla pandemia e progettare il futuro.

L’invito alla Regione è quello di: destinare subito i fondi della legge 13 “turismo” non spesi nel 2020, e quelli dell’anno corrente alle produzioni artistiche calabresi per salvare almeno il 2021; garantire forme di sostegno alla realizzazione di contenuti multimediali di concerti e performance tramite distribuzione multimediale di progetti originali per salvaguardare l’occupazione e promuovere gli artisti; assicurare aiuti, nei prossimi bandi regionali, ai festival che valorizzino la musica che nasce in Calabria; predisporre un avviso pubblico per il sostegno alle nuove produzioni discografiche che nascano nella nostra regione; definire sin da subito un protocollo di intesa che permetta l’avvio in sicurezza della prossima stagione estiva con eventi dal vivo.

Calabria Sona guarda anche al futuro e all’opportunità di dare forma ad una legge regionale di settore sulla musica, disponendo la creazione di un Tavolo permanente della filiera creativa musicale in Calabria che possa coadiuvare i settori regionali già esistenti nell’individuazione delle linee guida e nella progettualità futura. Questi i punti su cui aprire un confronto in vista anche delle prossime elezioni:  “Sostegno alle produzioni, alle etichette e a tutta la filiera locale per nuove produzioni artistiche che nascano in Calabria  e che ci rappresentino in qualità, in contenuti e in messaggi positivi; sostegno alle produzioni di spettacoli e concerti di artisti calabresi per la divulgazione e l’internazionalizzazione delle proposte, anche per favorire la partecipazione ad eventi nazionali ed internazionali; sostegno ai festival che valorizzino gli artisti e i giovani calabresi e che devono favorire l’interazione con artisti e realtà nazionali e internazionali; sostegno ai momenti di formazione e di crescita professionale di tutti gli appartenenti alla filiera musicale locale; sostegno ai “live” sul nostro territorio legati alla musica che nasce in Calabria”.

COMUNICATO STAMPA

Barbara Santelli

Giornalista