Calabria in cammino, presentato il report di Progetto Policoro Calabria

Calabria in cammino, presentato il report di Progetto Policoro Calabria

È stata presentata ieri la ricerca denominata “La Calabria in cammino nel tempo del lockdown – La ricerca di nuovi scenari condivisi per ricostruire legami di comunità e abitare la crisi con responsabilità”, promossa dal Coordinamento Regionale del Progetto Policoro (CEI) e la Commissione Regionale per i Problemi Sociali e il Lavoro della Calabria, con il patrocinio della Conferenza Episcopale regionale.

“Una crisi è sprecata solo quando ci si chiude. Vedere i giovani che si aprono al territorio è stato invece un segno di speranza” . Con queste parole di Papa Francesco, Don Bruno Bignami, Direttore Ufficio Nazionale Problemi Sociali e Lavoro, ha aperto la conferenza stampa di presentazione del rapporto, trasmessa in diretta sulla Pagina Facebook di Progetto Policoro Calabria.

L’obiettivo dello studio era costruire una nuova visione di Calabria post pandemica che partisse dai territori, dai ragazzi e da tutti quegli attori sociali che vogliono contribuire a tracciare una linea di cambiamento. Per raggiungere questo obiettivo ambizioso era necessario però avere una conoscenza reale del terreno su cui ci si muove.
Sono stati effettuati allora dei focus group e delle interviste strutturate che hanno coinvolto oltre 180 giovani provenienti dalle diocesi di tutta la Calabria e tanti rappresentanti della società civile calabrese (amministratori locali, imprenditori, liberi professionisti, ecc.) che hanno raccontato come hanno vissuto il periodo del lockdown e quali sono stati gli effetti della crisi su una società, quella calabrese, già aggravata da incertezze pregresse e problematicità ataviche. 

Nella ricerca è emersa innanzitutto la volontà da parte dei ragazzi di realizzare insieme un cambiamento e di farlo qui ed ora. Mette in evidenza il Prof. Caputo, che ha curato la stesura del report “Calabria in cammino“. Un cambiamento che può essere innescato dalla definizione di una rete e di un clima di collaborazione e fiducia reciproca, oltre che dalla promozione di nuove forme di associazionismo, laico e religioso.
La pandemia, infatti, ci ha insegnato a riflettere sui temi delicati come la morte e della fragilità, questioni che secondo gli intervistati possono essere affrontate solo con sinergie forti e stabili. 

“Ci siamo resi conto che non potevamo rimanere fermi – evidenzia Monica Tripodi, già referente regionale di Progetto Policoro Calabria – Abbiamo capito che in un periodo così difficile avremmo dovuto continuare ad accompagnare i giovani in cerca di lavoro e di futuro. Qui nasce l’idea di realizzare questa ricerca che ci consente di creare nuove alleanze con diversi attori della società calabrese e di costruire insieme nuove visioni condivise di futuro”.

Fratel Stefano Caria ha sottolineato invece quanto questa ricerca aiuterà Progetto Policoro e la Calabria intera a costruire ponti con altri territori e a generare un futuro partendo finalmente dall’ascolto dei giovani. “Siamo riusciti a stare sul territorio, ampliare la rete e così a dare maggiore autorevolezza al nostro progetto, che grazie agli animatori di comunità sa quali sono le difficoltà e i sogni delle giovani generazioni, anche nelle aree più periferiche delle nostre città. Con questa ricerca – sottolinea Fratel Stefano Caria – abbiamo dato un significato a questo tempo pandemico che rischiava di essere perso e invece è stato utilizzato per costruire il futuro”. 

L’evento di presentazione del rapporto, coordinato dalla giornalista Maria Pia Tucci, ha visto la partecipazione di Don Bruno Bignami, Direttore Ufficio Nazionale Problemi Sociali e Lavoro; Don Nino Pangallo, Direttore Ufficio regionale Caritas Calabria; Monica Tripodi, già referente regionale di Progetto Policoro Calabria; Paolo Caputo, Ricercatore di Sociologia dei processi economici e del lavoro presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali UNICAL, che ha curato la stesura del rapporto, e Fratel Stefano Caria, Direttore PSL Calabria e Coordinatore Progetto Policoro Calabria, ed è il primo di una serie di webinar per presentare tutti gli aspetti di questa ricerca. 

Infatti, già a partire da lunedì 22 alle ore 18:00 si terrà il primo Webinar di presentazione di “Calabria in Cammino”, sempre sulla pagina di Progetto Policoro Calabria, per condividere ed elaborare assieme i risultati del report e del suo contenuto. Proprio come scritto nella postfazione questo è il primo passo di un cammino, che anche nel metodo, è fatto insieme ai giovani per creare una visione di futuro della Calabria e per la Calabria. In questo incontro il Prof. Caputo e la dott.ssa Parisi, che hanno curato la stesura del rapporto entreranno nel merito dei temi trattati, andando ben oltre al piccolo accenno fatto già oggi durante la conferenza stampa dal professore Paolo Caputo.

La ricerca potrà essere scaricata e consultata a partire da lunedì 22 marzo sul sito calabriaincammino.it 

Ecco, inoltre, tutti gli altri appuntamenti che avranno ciascuno un tema specifico per sviscerare i diversi aspetti del rapporto:

08.04.2021 ore 18,00: Webinar su #futuro

19.04.2021 ore 18,00: Webinar su #lavoro

06.05.2021 ore 18,00: Webinar su #ambiente

27.05.2021 ore 18,00: Webinar su #territorio

21.06.2021 ore 18,00: Webinar su #mafie

COMUNICATO STAMPA

Barbara Santelli

Giornalista